giovedì 10 aprile 2014

WASHI TAPE: SECONDA PARTE

Tempo fa parlai dei WASHI TAPE,i nastri adesivi decorativi.
Sono :

  • Usati come alternativa alle cornici;
  • Sono più economici;
  • Divertenti da usare;
  • non rovinano il foglio o la foto e nemmeno i muri sui cui si appiccicano;
  • Scegli tu come adattarli  e disporli.



Leggete qui dove acquistarli online: Washi-tape
Chiunque si trovi nelle vicinanze di Bari può invece comodamente comprarlo da Carenza (negozio specializzato in belle arti) dove anchio ho acquistato i miei.

Per quanto mi riguarda, con i miei nastri adesivi ho voluto creare una paretina dove ho "appeso" i miei lavori. Il risultato a me piace, e a voi?











sabato 5 aprile 2014

Regole per diventare una buona creativa

Dopo essere riuscita a farvi cliccare sul post (di cui sicuramente eravate smaniose di sapere la risposta alla domanda che noi tutte, pazze creative, ci facciamo ogni giorno) posso dichiarare che a questa domanda non c'è davvero una risposta. Ci possono essere regole da seguire, consigli, metodi da applicare ma alla fin fine non c'è mai risposta.
Ho  compreso in questi anni una cosa:  ci sarà sempre da imparare e ci si rende conto, in alcune situazioni, che farlo è davvero difficile, sopratutto quando tutti intorno a te, credono che tu sia un esperta.
Ci sono cose a cui la scuola non ti prepara, ci sono davvero cose che i professori non ti insegnano.
Il mio punto debole fra tutti è la stampa. Quando si tratta di stampare un lavoro, la mia mente va nel pallone.
Non riesco mai a orientarmi tra i formati, le dimensioni e i pixel necessari. Ho studiato tanto la teoria ma di pratica non ne ho mai fatta davvero ai tempi della scuola. Mi trovo in un momento, in cui capisco quanto siano importanti gli utenti di internet, senza i quali in questo momento sarei davvero persa.
Quando si tratta di stampare, di regolare i formati o capire che tipo di file scegliere, i forum diventano i miei migliori amici.


Con questo discorso vorrei esprimere la mia gratitudine verso di voi che mi aiutate a crescere ogni giorno, che mi seguite nonostante tutto il mio piccolo blog. GRAZIE A TUTTI



Vi è mai capitato di avere una domanda o un problema e di riuscire a risolverlo grazie alla comunità Interniana (vocabolo inventato da me)? Quante volte ci siamo aiutati a vicenda tra blog e community per andare avanti nel nostro lavoro?
RACCONTATE COMMENTANDO QUI SOTTO

lunedì 31 marzo 2014

Recensione Inkling: leggere prima di acquistare

Cari lettori di Tottò by design, è con tanto dispiacere che vi dico che ho dovuto portare indietro la penna Inklink della wacom. Dopo averla comprata con tanto desiderio, si è rivelata davvero una delusione. Ho aperto il blog per far conoscere i miei lavori, per farvi provare cose nuove e  sopratutto per dare consigli e aiutarvi nel mondo creativo.
La prima volta che ho provato la penna inkling, ho disegnato una donna su un foglio A4. L'aspettativa era quella di riportare sul computer un lavoro, non dico perfetto, ma almeno identico a quello disegnato su carta.
Quando arrivò il momento di riportare il lavoro sul computer, invece, ho avuto l'impressione che la donna appena disegnata fosse stata sciolta da un qualche tipo di acido e riportata come uno scarabocchio su photoshop. Capisco che ci sono programmi che fanno miracoli ma quel disegno era  una causa persa.
All'inizio, pensai fosse stato un mio errore, così riprovai con un altro disegno, ma il risultato risultò peggio del primo.
Purtroppo ho dovuto restituire il prodotto come nuovo per non perdere i miei soldi per un qualcosa che non avrei usato.
Il problema di questo strumento viene sopratutto dal sensore, che capta non solo i movimenti della penna sul foglio ma anche quelli del foglio stesso (io mi muovo parecchio quando disegno). Questa sensibilità ai movimenti comporta il mal funzionamento del prodotto.
Con questa recensione vorrei soltanto raccontarvi la mia esperienza con questo prodotto senza però sminuire l'azienda Wacom che per me continua ad essere al primo posto tra le migliori aziende produttrici di tavolette grafiche come la mia che mi regala sempre disegni fantastici (Tavoletta Bamboo).
E voi che mi raccontate? Avete mai avuto un esperienza come la mia o magari con lo stesso prodotto? Scrivetela nei commenti le vostre esperienze!!!


domenica 16 marzo 2014

vetrina Primavera a tema: Alice in wonderland

Dopo tante preparazioni, idee, progetti e davvero tanto lavoro vi presento la vetrina per la primavera della Merceria Rosa Palese creata in base al tema di Alice nel Paese delle meraviglie.
Ci sono i biscotti, la teiera, le tazzine, la bottiglietta bevimi, il coniglietto (vai qui per il tutorial), la regina, alice e lo stregatto.















La penna scanner: disegni su carta e carichi i tuoi disegni come foto

C'è chi compra vestiti, scarpe, gioielli, c'è chi acquista il famoso bimby per cucinare oppure chi preferisce buttarsi sugli ultimi modelli di cellulari per tenere il passo con le ultime tendenze, poi ci sono IO, che compro INKLING della Wacom (famosa azienda per tavolette grafiche e accessori vari). Che cosa è questo aggeggio sconosciuto? mi sono detta la prima volta che l'ho visto.
In pratica e una penna collegata ad un lettore che si attacca al foglio su cui si disegnerà. La penna scrive davvero e memorizza i nostri movimenti inviando le informazioni al lettore. Bisognerà fare pratica per poter usarlo nel migliore dei modi ed io sto ancora imparando.
Si possono creare diversi livelli mentre si disegna.


CONSIGLIO:Per ogni livello che si crea, bisogna stare attenti a non fare dei spostamenti nelle linee del disegno così da non  avere un lavoro confuso quando lo si porterà sul computer.


mercoledì 12 marzo 2014

Porta cerchietti di LUMACA MATTA

Volevo dedicare un piccolo post a questo blog lumacamatta.blogspot.it  la cui creatrice  con tanta creatività è riuscita a realizzare un porta cerchietti bellissimo!!! Tenere in ordine le frontierine delle piccole è sempre molto difficile e questo, oltre ad essere un modo carino per decorare la cameretta è anche un modo per essere sempre in ordine.


venerdì 7 marzo 2014

Outfit Primavera 2014: maglia dipinta a mano e orecchini hand made



QUALE VI PIACE? Maglietta o gli orecchini?
Ecco che con pochi accorgimenti si possa trasformare un capo, in qualcosa con più di brio.
La maglietta mi è stata commissionata senza nessun vincolo nella riproduzione del disegno da dipingere.
Gli orecchini sono disponibili nel mio SHOP Tottò by design a soli 7,00 €












domenica 9 febbraio 2014

Creare pubblicità divertendosi: ecco alcuni esempi nella storia delle pubblicità

Dove crea tutte le pubblicità che preferisco di più.
Grattando sul foglio esce la scritta che dice: ecco cosa
succede quando usi un altro prodotto sulla pelle invece
che dove.
Sapere l'inglese è importante. ICBEU l'ho prova con questo comunicato
Ho usato la maglio del mio vicino o il wifi del mio vicino?
ICBEU di aiuterà a capire la differenza.
La soluzione per i problemi di indigestione e di venticelli
strani. Perchè mai sprecare il fiato quando si possono fare le
bolle di sapone con altri metodi alternativi?
LAZER: gli elmetti così resistenti da riuscire a proteggerti la testa,
peccato per il resto del corpo che non ha avuto la stessa
fortuna.
Il trucco c'è ma non si vede. Glassex, lo spruzzino per
vetri che non lascia traccia. Fantastica!!


L'inglese apre nuove strade per il tuo futuro.
Usare l'immagine della bandiera come tappeto rosso che ti permette
di spianare le strade per il futuro. Io l'ho trovata geniale e voi?

Una volvo a sette posti come i sette nani che a quanto pare hanno
 lasciato biancaneve in mezzo alla strada. Mi dispiace bianca
ma dovrai fare l'autostop





lunedì 3 febbraio 2014

Cosa significa creare una vetrina a tema

Questa volta la preparazione per la vetrina del mio negozio a conduzione familiare, avrà bisogno di più cure del solito,  in quanto,  ho voluto crearne una sotto il tema di Alice in wonderland: la mia preferita.
Ci saranno i fiori, le tazze da tè, le teiere, alice, la regina, lo stregatto il bianconiglio, le carte da poker e gli orologi.

Alice nel paese delle meraviglie parla di un luogo bizzarro in cui tutto è possibile se solo ci credi. Questo scenario fantastico sarà accompagnato naturalmente dai prodotti del mio negozio come: biancheria intima da uomo e da donna, pigiami e le prossime creazioni della ditta SISI per questa primavera/estate.

Cosa significa creare una vetrina a tema
Si parte dal concetto che per ogni tema si necessitano degli accessori specifici. Ci sono negozi che vendono ciò di cui hai bisogno, oppure ci si crea tutto da soli. Io ho scelto di seguire la seconda opzione.
Come artista hand made, basarsi su un tema significa lasciare che la fantasia crei tutto il necessario per poter realizzare le mie idee. Cosa significa per voi?
Quando mi commissionano delle t-shirt, la gente conta sul fatto che per loro artista=fotocopiatrice.
Io, nelle mie creazioni, quando posso, cerco di farmi assegnare  un tema su cui lavorare oppure nei migliori dei casi dare sfogo alla libera interpretazione dei gusti del cliente.
Per la vetrina del mio negozio per fortuna non ho dei limiti da seguire se non quello delle dimensioni della vetrina stessa (spero che entri tutto XP)
Ho creato lo stregatto e alice  su cartone telato, il bianconiglio fatto a peluche (vedere post precedenti) e  il tavolino su cui appoggiare la teiera. In seguito farò anche la regina di cuori.
Spero vi piaccia.
LASCIATE UN COMMENTO RISPONDENDO A QUESTE DOMANDE
Avete mai creato una vetrina o un lavoro in base ad un tema? Quale?
Vi piace l'idea di una vetrina a tema?
Conoscete dei tutorial per creare dei fiori da appoggiare a terra?
Quale tema vi piacerebbe trovare nella vetrina dei negozi?

5 0x70